Liturgia della Settimana

@Liturgia_silv su Twitter preparata dai giovani monaci del monastero di S.Vincenzo Martire, Bassano Romano (VT)  
28 Aprile - 04 Maggio 2019
Tempo di Pasqua II, Colore bianco
Lezionario: Ciclo C, Salterio: sett. 2

GESÙ CONFIDO IN TE!

Eterno Padre, io Ti offro il Corpo e il Sangue, l'Anima e la Divinità del Tuo dilettissimo Figlio, Nostro Signore Gesù Cristo, in espiazione dei nostri peccati e di quelli del mondo intero. Per la Sua dolorosa Passione, abbi misericordia di noi e del mondo intero. Santo Dio, Santo Forte, Santo Immortale, abbi pietà di noi e del mondo intero.

Divina Misericordia

AVVISI

MESE DI MAGGIO - MESE DI MARIA
Mese di Maggio: mese della Madonna Santissima. Si raccomanda la preghiera delle Litanie Lauretane e del Santo Rosario.

QUESTA SETTIMANA

(*) Memoria Silvestrina.

CONGREGAZIONE SILVESTRINA

  • Tempo di Pasqua
    I cinquanta giorni che succedono dalla domenica di Risurrezione alla domenica di Pentecoste si celebrano nell'esultanza e nella gioia come un solo giorno di festa, anzi come la «grande domenica». Sono i giorni nei quali, in modo del tutto speciale, si canta l'Alleluia
  • 29.04.: ITALIA: S.Caterina da Siena, Patr.d'Europa
  • 30.04.: BASSANO ROMANO: S.Pio V, papa, mem.obl.
  • CINQUE PER MILLE
    Monastero San Vincenzo Martire - Opera Giovanni Paolo II ONLUS
    Codice fiscale nr. 80004470565

MEMENTO

  • SASSOFERRATO: Luigi Tassi, mon.
  • FABRIANO: Luigi Bazzoli, mon.

SANTI

Canonizzando alcuni fedeli, ossia proclamando solennemente che tali fedeli hanno praticato in modo eroico le virtù e sono vissuti nella fedeltà alla grazia di Dio, la Chiesa riconosce la potenza dello Spirito di santità che è in lei, e sostiene la speranza dei fedeli offrendo loro i santi quali modelli ed intercessori.

SERVIZI

PREGHIERE


Faccia silenzio ogni umana carne, stia con timore e tremore, non abbia in sé alcun pensiero mondano. Il Re dei re e Signore dei signori avanza per essere immolato e dato in cibo ai credenti. Lo precedono i cori degli angeli, con tutti i principati e le potestà, i cherubini dai molti occhi e i serafini dalle sei ali, si velano il volto e cantano l'inno: alleluia, alleluia, alleluia.

Testi bizantini. Lit. di San Basilio.