Liturgia della Settimana

@Liturgia_silv su Twitter preparata dai giovani monaci del monastero di S.Vincenzo Martire, Bassano Romano (VT)  
06 - 12 Aprile 2003
Tempo di Quaresima V, Colore viola
Lezionario: Ciclo B, Salterio: sett. 1

Preghiamo:

«Padre, se questo calice non può passare senza che io lo beva,
sia fatta la tua volontà».

Colletta quaresimale

AVVISI

Per essere sempre aggiornato sulle attività del nostro Monastero clicca "mi piace" sulla pagina Facebook:

https://fb.me/sanvincenzo.silvestrini.org

La Liturgia su Facebook

CONGREGAZIONE SILVESTRINA

  • BASSANO R.: Anniv. dell'ordin. episcop. di Mons. Divo Zadi, vescovo.
  • Nelle chiese in cui ci sono gli scrutini dei catecumeni si usino le letture del ciclo A. In altre chiese queste letture si scelgano in un giorno della settimana.
  • Si raccomanda che in apposita riunione di famiglio venga letto e spiegato il cap. 49 della Regola di san Benedetto.

MEMENTO

  • S.EREMO: Leone Agostini, mon. presb.

SANTI

Canonizzando alcuni fedeli, ossia proclamando solennemente che tali fedeli hanno praticato in modo eroico le virtù e sono vissuti nella fedeltà alla grazia di Dio, la Chiesa riconosce la potenza dello Spirito di santità che è in lei, e sostiene la speranza dei fedeli offrendo loro i santi quali modelli ed intercessori.

SERVIZI

PREGHIERE


Colui che ha per trono il cielo, e la terra come sgabello dei suoi piedi: il Verbo di Dio Padre, il Figlio coeterno, oggi viene a Betania, umilmente seduto su un puledro d'asina...
Il Figlio e Verbo del Padre, come lui eterno e senza principio, viene oggi nella città di Gerusalemme assiso sul puledro di un giumento. Colui che i cherubini, pieni di timore, non osano fissare, lo acclamano i fanciulli con le palme e con i rami...
Tu che cavalchi sui cherubini e sei esaltato dai serafini, come Davide monti su un puledro, o Buono. I bambini ti lodano come Dio e i giudei iniqui ti bestemmiano, mentre tu assiso sul puledro prefiguri la conversione delle genti indomabili dall'incredulità alla fede. Gloria a te, o Cristo, o solo misericordioso e amico degli uomini...

(Lit. Bisant).