Liturgia della Settimana

@Liturgia_silv su Twitter preparata dai giovani monaci del monastero di S.Vincenzo Martire, Bassano Romano (VT)  
11 - 17 Novembre 2018
Tempo Ordinario XXXII, Colore verde
Lezionario: Ciclo B | Anno II, Salterio: sett. 4

Tempo di Quaresima

Alcune note riguardanti il Tempo di Quaresima:


1. Il Tempo di Quaresima ha lo scopo di preparare la Pasqua: la liturgia quaresimale guida alla celebrazione del mistero pasquale sia i catecumeni, attraverso i diversi gradi dell’iniziazione cristiana, sia i fedeli, per mezzo del ricordo del Battesimo e della Penitenza.


2. Il Lezionario del Tempo di Quaresima

Le Letture del Vangelo sono così distribuite:

Nelle domeniche prima e seconda rimangono le narrazioni della Tentazione e della Trasfigurazione del Signore; la lettura vien fatta nella stesura del Vangelo di Matteo.
Nelle tre domeniche seguenti sono ripresi, per l’anno A, i brani evangelici della Samaritana, del cieco nato e della resurrezione di Lazzaro; considerata poi la grande importanza di questi brani in rapporto all’iniziazione cristiana, è data la possibilità di leggerli anche negli anni B e C, specialmente se ci sono dei catecumeni.
Per l’anno C sono riportati testi di Luca sulla conversione.
Le letture dell’Antico Testamento si riferiscono alla storia della salvezza, uno dei temi specifici della catechesi quaresimale. Si ha così per ogni anno una serie di testi nei quali sono presentate le fasi salienti della storia stessa, dall’inizio fino alla promessa della Nuova Alleanza.
Le letture dell’Apostolo sono scelte con il criterio di farle concordare tematicamente con quelle del Vangelo e dell’Antico Testamento, e presentarle tutte nel più stretto rapporto possibile fra di loro.


3. Avvertenze

In Quaresima non sono ammessi fiori sull’altare e il suono degli strumenti è permesso solo per sostenere i canti, nel rispetto dell’indole penitenziale di questo tempo, tranne nella domenica "Letare" e nelle solennità e feste.
Si omette l’"Alleluia" fino alla Veglie pasquale, anche nelle solennità e nelle feste.

I canti siano adatti a questo tempo e rispondenti il più possibile ai testi liturgici. I pii esercizi siano impregnati di spirito liturgico.

Si favoriscano le celebrazioni penitenziali, secondo gli schemi presenti nel Rito della penitenza

Si raccomandi la partecipazione alle forme tradizionali di assemblea di Chiesa locale sul modello delle "stazioni" romane, presso i sepolcri dei Santi o nelle principali chiese e santuari della città o nei luoghi di pellegrinaggi più frequenti. A tale partecipazione liturgica è annessa l’indulgenza plenaria.


Indole mariana del Tempo di Quaresima

Nel Tempo di Quaresima i fedeli si preparano a celebrare santamente la Pasqua con più abbondante la parola di Dio, dedicandosi alla preghiera e alle opere di carità e di penitenza, ravvivando il ricordo del Battesimo e seguendo Cristo sulla via della croce. In questo pellegrinaggio quaresimale la sacra liturgia propone ai fedeli la beata Vergine quale esempio del discepolo che ascolta fedelmente la parola di Dio e calcando le orme di Cristo si dirige decisamente al Calvario per morire con lui.