Liturgia della Settimana

@Liturgia_silv su Twitter preparata dai giovani monaci del monastero di S.Vincenzo Martire, Bassano Romano (VT)  
09 - 15 Luglio 2017
Tempo Ordinario XIV, Colore verde
Lezionario: Ciclo A | Anno I, Salterio: sett. 2

QUEAERERE DEUM...

...cercare Dio (di san Benedetto), è qualcosa di molto vitale e dunque molto dinamico, capace di mantenere il cristiano in tensione verso Dio, per tutta la vita. È un dinamismo del dono di sé, eminentemente positivo, che esige una generosità piena, un'intensa aspirazione di purezza e di libertà, per accogliere il dono di Dio senza opporgli né ostacoli né resistenze.

G. Brasó

AVVISI

UN ANNO DEL NOSTRO NEGOZIETTO
I profumi di incenso, tanto utilizzati nel passato, oggi nella liturgia vengono spesso trascurati. Eppure nelle chiese orientali le singole feste hanno un loro profumo, cosicché quando un fedele esperto entra in chiesa, sentendo il profumo, potrebbe essere in grado di riconoscere la festa dal profumo che percepisce... SEGUE...

CONGREGAZIONE SILVESTRINA

  • 11.07.: EUROPA, FABRIANO, OXFORD, ARCADIA, ADISHAM, IRITTY, CORTE, VIJAYAWADA: San Benedetto Abate, Patrono, Solennità.
  • 14.07.: GIULIANOVA: S.Camillo del Lellis, Patrono della Regione Abruzzo, fest.
  • 17.07.: COLOMBO: Anniv. of the episc. ord. of O.T.C. Gomis

MEMENTO

  • AMPITIYA: Lanfranc Amarasinghe, mon. presb.

SANTI

Canonizzando alcuni fedeli, ossia proclamando solennemente che tali fedeli hanno praticato in modo eroico le virtù e sono vissuti nella fedeltà alla grazia di Dio, la Chiesa riconosce la potenza dello Spirito di santità che è in lei, e sostiene la speranza dei fedeli offrendo loro i santi quali modelli ed intercessori.

SERVIZI

PREGHIERE


Ascolta, figlio mio, gli insegnamenti del maestro e apri docilmente il tuo cuore; accogli volentieri i consigli ispirati dal suo amore paterno e mettili in pratica con impegno, in modo che tu possa tornare attraverso la solerzia dell'obbedienza a Colui dal quale ti sei allontanato per l'ignavia della disobbedienza.
Io mi rivolgo personalmente a te, chiunque tu sia, che, avendo deciso di rinunciare alla volontà propria, impugni le fortissime e valorose armi dell'obbedienza per militare sotto il vero re, Cristo Signore.
Prima di tutto chiedi a Dio con costante e intensa preghiera di portare a termine quanto di buono ti proponi di compiere, affinché, dopo averci misericordiosamente accolto tra i suoi figli, egli non debba un giorno adirarsi per la nostra indegna condotta.
Bisogna dunque servirsi delle grazie che ci concede per obbedirgli a ogni istante con tanta fedeltà da evitare, non solo che egli giunga a diseredare i suoi figli come un padre sdegnato, ma anche che, come un sovrano tremendo, irritato dalle nostre colpe, ci condanni alla pena eterna quali servi infedeli che non lo hanno voluto seguire nella gloria.
Alziamoci, dunque, una buona volta, dietro l'incitamento della Scrittura che esclama: "E' ora di scuotersi dal sonno!" e aprendo gli occhi a quella luce divina ascoltiamo con trepidazione ciò che ci ripete ogni giorno la voce ammonitrice di Dio: "Se oggi udrete la sua voce, non indurite il vostro cuore!" e ancora: "Chi ha orecchie per intendere, ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese!".
E che dice? "Venite, figli, ascoltatemi, vi insegnerò il timore di Dio.
Correte, finché avete la luce della vita, perché non vi colgano le tenebre della morte".

Regola di san Benedetto (Prologo)